preloder
100

I maiali sono esclusivamente friulani e scelti presso piccoli allevatori del luogo, capaci di garantire un controllo speciale dell’alimentazione degli animali, nutriti a granoturco, orzo, soia ed erba medica.

Le cosce – che variano dai 13 ai 20 chili – vengono sapientemente lavorate e salate manualmente, a partire dal mese di Ottobre e durante tutti i mesi invernali.

Trascorso un periodo sufficiente a garantirne la conservabilità, – variabile a seconda del peso di ogni coscia – si passa all’affumicatura, che avviene nella stanza del fogolar sul quale, in un grande calderone, viene creata un infusione di selezionate erbe aromatiche. Dai 2 ai 4 giorni sono sufficienti per donare al prosciutto sapori e profumi che lo rendono inimitabile.

La stagionatura varia a seconda del peso della coscia dai 16 agli oltre 24 mesi: l’esposizione all’aria di campagna durante la notte e l’abile sugnatura con grasso e spezie pregiate fanno sì che il prosciutto D’Osvaldo sia pronto per essere riservato alle tavole dei buongustai di tutto il mondo.

Vuoi maggiori informazioni?



Acconsento al trattamento dei miei dati per le finalità espresse secondo normativa per la tutela della privacy